top
logo

Banner
Banner

Banner

Banner
Banner

Home 9° Congresso Nazionale
9° Congresso Nazionale Sihta
PRESENTAZIONE PROGRAMMA LA SEDE
COMITATI ISCRIZIONE PRENOTAZIONE ALBERGHIERA
SPONSOR E PATROCINI CALL FOR ABSTRACT ECM

L’approccio dell’HTA consente nell’ambito delle organizzazioni sanitarie di fornire una risposta al dilemma della limitatezza delle risorse, gravata da fenomeni sociali e demografici come l’invecchiamento della popolazione, la crescita in volume della domanda di assistenza, così come le nuove opportunità di cura derivanti dallo sviluppo tecnologico.
Il IX Congresso della Società Italiana di Health Technology Assessment (SIHTA), che si svolgerà a Riva del Garda (TN) dal 13 al 15 ottobre, tratterà le tematiche relative al ruolo dell’HTA nei processi assistenziali e nei modelli organizzativi.
La sede del Congresso non è causale. Infatti nel 2016 ricade il decennale dall’approvazione della “Carta di Trento sulla valutazione delle tecnologie sanitarie”, l’importante documento frutto della riflessione maturata all’interno del Network Italiano di Health Technology Assessment (NI-HTA), che ha coinvolto anche i partecipanti al “I Forum italiano per la valutazione delle tecnologie sanitarie”, in cui sono descritti i principi guida atti a rendere sempre più esplicito e trasparente il processo di valutazione delle tecnologie sanitarie in Italia. L’HTA rappresenta, infatti, uno strumento in grado di supportare i decisori che operano ai diversi livelli dei sistemi sanitari attraverso la produzione di evidenze che guidano le difficili decisioni di allocazione delle risorse con implicazioni di natura etica ed equitativa. ll tema del Congresso si articolerà su quattro sessioni plenarie, numerose sessioni parallele, nelle quali saranno presentati sia contributi scientifici proposti dai partecipanti che workshop e panel su temi specifici.

Le quattro sessioni plenarie affronteranno e approfondiranno le tematiche relative a:
• Dai report di HTA alla decisione aziendale
• Metodi e strumenti di valutazione degli ICT in sanità
• Stato dell’arte dell’HTA: il nuovo quadro normativo
• Integrazione tra livello macro e livello meso.

In particolare, dalla discussione che emergerà dalla prima sessione si tenterà di capire quali siano i punti forti e i punti deboli, e ove si annidino ancora le resistenze da superare per rendere organico il lavoro dell’HTA nella definizione delle politiche delle Aziende sanitarie, considerando se prevale il deficit culturale, la resistenza al cambiamento, l’interesse lobbistico o, come dice Juncker, il problema è che, per i politici e per coloro che ne hanno la delega ad amministrare: “We all know what to do, we just don’t know how to get re-elected after we’ve done it.”
La seconda sessione plenaria intende affrontare le tematiche dell’ICT alla luce del Terzo Programma UE sulla Salute 2014-2020 che le indica come prioritari per il potenziale contributo all’innovazione, all’efficienza e alla sostenibilità dei sistemi sanitari. Nei vari contesti sanitari è quanto mai indispensabile effettuare un’esplicita e contestualizzata attività di HTA che contempli anche le tecnologie sanitarie afferenti al settore dell’Information & Communication Technology (ICT). Tali beni, intangibili e altamente innovativi, non sono ancora governati da iter regolatori e certificativi e/o autorizzativi e l’HTA sembra essere la migliore, se non l’unica, strada percorribile per verificarne la validità degli investimenti e monitorarne l’impatto.
Con il Patto per la Salute 2014-2016 e l’avvio della Cabina di Regia Nazionale per lo sviluppo del “Programma nazionale di HTA dei dispositivi medici” è in corso una importante fase di sistematizzazione dei processi di HTA a livello del Sistema Sanitario Nazionale (Macro). Nella terza sessione plenaria si discuterà delle nuove frontiere dell’HTA e si focalizzerà sugli aspetti più istituzionali creando un dibattito franco tra i vari stakeholder del sistema cercando di comprendere le azioni da mettere in atto per rendere l’HTA uno strumento a supporto delle decisori.
Sebbene un processo centrale di coordinamento ed esecutivo sia fondamentale per una omogeneizzazione nazionale dei livelli di assistenza e dei supporti tecnologici, è oggettivamente riconosciuto come sia sui livelli meso e micro che si gioca il futuro e la sostenibilità di un sistema sanitario moderno e la sua capacità di risposta alle esigenze dei cittadini. I professionisti che giustamente rivendicano un ruolo decisionale maggiore nella gestione delle organizzazioni sanitarie devono assumersi la responsabilità di acquisire competenze nel campo della valutazione della tecnologia sanitaria e di esercitarle nella pratica quotidiana anche per garantire la valutazione delle tecnologie sanitarie non solo nella loro fase di adozione (ex-ante) ma anche in quella di utilizzo (ex-post). Nella quarta sessione, infatti si discuterà su come un programma di sviluppo dell’HTA dovrà armonizzare le necessità di coordinamento nazionale con le esigenze di pervasività e diffusione a tutti i livelli dei processi di decisone informata.


 

bottom

Sihta - Società Italiana di Health Technology Assessment - Viale Val Fiorita 86, 00144 Roma - C.F.97455870580
XHTML and CSS - Statistiche