Congresso nazionale 2020


Pietro Derrico Presidente SIHTA 
Giandomenico Nollo Presidente Consiglio Scientifico XIII Congresso SIHTA


PREMESSA

Dopo il lungo lockdown che ci ha tutti bloccati e forzatamente portati a concentrarci sull’emergenza in atto, il Direttivo di SIHTA ha ritenuto importante riallacciare le fila del discorso lasciato in sospeso lo scorso ottobre a Milano, al termine del XII Congresso e, ovviamente, aggiornare obiettivi e tematiche principali del congresso annuale. In primo luogo abbiamo voluto confermare la Conferenza 2020 nella settimana originariamente prevista, sebbene in una modalità nuova, indotta dall’epidemia COVID-19 e orientata ad una corretta logica prudenziale. Così la XIII Conferenza SIHTA 2020 si svolgerà in modalità online e coprirà l’intera settimana dal 26 al 30 Ottobre con un ricco programma di sessioni plenarie al mattino e sessioni di approfondimento nel pomeriggio, confermando il principio ispiratore della Conferenza 2020: HTA è salute, ovvero che pratiche diffuse ed organizzate di Health Technology Assessment migliorano sia la salute dei pazienti sia le scelte di allocazione delle risorse dello Stato, trasformandosi in benefici per i cittadini. Così, l’asse portante della Conferenza sarà il tema della HTA declinata nei vari aspetti da quelli emergenziali a quelli strutturali per contribuire alla policy nazionale con proposte organiche e operative per una nuova visione del Sistema Sanitario Nazionale in cui la valutazione delle Tecnologie Sanitarie, i metodi ad essa correlati e il principio della decisione informata a tutti i livelli siano asse portanti della gestione delle tecnologie sanitarie.


SESSIONI PLENARIE

Lunedì 26 Ottobre 2020 Ore 11.00 -13.00
COVID-19: cosa abbiamo imparato
Moderatori: Pietro Derrico I Giandomenico Nollo

  • La più potente tecnologia: l’Organizzazione e i suoi risvolti (MT)
  • Ruolo della conoscenza: evidenze scientifiche e probabilistiche (LR)
  • Le tecnologie umili (AVB)
  • L’etica imperfetta tra risorse limitate e decisioni in urgenza (CS)

……..

Martedì 27 Ottobre 2020 Ore 11.00 -13.00
Tecnologia Sanitaria come investimento per il Paese: siamo pronti al cambio di paradigma?
Moderatori: Irene Colangelo I Andrea Messori

  • Sanità come investimento
  • Fiscal model in sanità
  • Valutazione economica delle tecnologie sanitarie
  • Impatto sul sistema sociale e previdenziale (costi indiretti)

……..

Mercoledì 28 Ottobre 2020 Ore 11.00 -13.00
Accountability tra governance e comunicazione
Moderatori: Ottavio Davini I Francesca Patarnello

  • Il conflitto tra necessaria rapidità e scarsità delle prove. (FG)
  • La comunicazione multidirezionale (a): decisori vs scienziati. (PV)
  • La comunicazione multidirezionale (b): decisori vs cittadini. (BL)
  • Da una parte la salute, dall’altra l’economia. Con che strumenti, anche etici, si trova il punto di equilibrio? (GB)

……..

Giovedì 29 Ottobre 2020 Ore 11.00 -13.00
Quale Servizio Sanitario per il futuro?
Moderatori: Carlo Favaretti I Americo Cicchetti

  • Lo scenario e la sua evoluzione (WR)
  • Quale assetto istituzionale tra Stato e Regioni? (SC)
  • I sistemi organizzativi e operativi (AC)
  • Per una nuova cultura: costruire le competenze necessarie (SB)

……..

Venerdì 30 Ottobre 2020 Ore 11.00 -13.00
Agenzia Nazionale HTA: la proposta SIHTA
Moderatori:Pietro Derrico I Francesco Saverio Mennini

  • Tavola rotonda con i rappresentanti Istituzionali

SESSIONI POMERIDIANE

Martedì 27 – Giovedì 29 Ottobre 2020 Ore 17.00 -19.00

  • Sessioni di approfondimento tematico
  • Seminari organizzati in partnership con società scientifiche
  • Simposi a cura di aziende biotech

CONTENUTI

Il programma scientifico sarà strutturato in sessioni plenarie che si terranno al mattino e sessioni pomeridiane con approfondimenti tematici, seminari organizzati in partnership con alcune società scientifiche e simposi a cura di aziende biotech.

Apriremo il nostro Congresso con una riflessione sul particolare momento storico di emergenza nazionale con la sessione plenaria COVID-19: cosa abbiamo imparato. I Sistemi Sanitari Mondiali, nazionali, regionali sono stati sottoposti ad uno ‘stress test’ eccezionale, che ne ha messo a dura prova tenuta e fondamenta stesse. Sebbene la prova sia stata dura, questa non ha portato alla rottura del Sistema, ma ne ha senz’altro evidenziato criticità e i punti di forza, che analizzati possono divenire opportunità per un riassestamento e riposizionamento del tema salute nelle politiche nazionali e in particolare la riconsiderazione del ruolo strategico delle tecnologie per la salute. In particolare abbiamo osservato la difficoltà prendere decisioni applicando con rigore i criteri scientifici, fino ad ora utilizzati durante un’emergenza mondiale senza precedenti, che richiedeva risposte e raccomandazioni urgenti. La sessione vuole dunque fare tesoro della lezione impartita dalla epidemia di COVID-19 per migliorare la capacità di fare salute con l’HTA a supporto delle Istituzioni, dei professionisti, dei cittadini

Un secondo tema, reso estremamente attuale dall’emergenza sanitaria che ha colpito il Nostro Paese è la assoluta necessità di dotarsi di tecnologie sanitarie e di programmi sanitari che possano avere benefici sull’intero ciclo economico, contribuendo così alla crescita economica del Paese.

La sessione Tecnologia Sanitaria come investimento per il Paese: siamo pronti al cambio di paradigma? si pone l’obiettivo di stimolare la riflessione e la discussione sul concetto di Sanità come Investimento, con l’ambizione di presentare metodi e strumenti per una valutazione dell’impatto che le scelte in sanità possono avere anche in termini economici e fiscali. L’Italia può considerarsi pronta a una logica di allocazione delle risorse nelle tecnologie sanitarie basata su modelli economici e fiscali? L’esperienza del COIVD 19 ha dimostrato, inoltre, come le attività di tutela della salute pubblica siano sempre accompagnate da effetti in ambito sociale e previdenziale. I costi indiretti, sempre presenti in qualsivoglia processo di prevenzione e cura, sono in questo caso amplificati dalla magnitudo delle azioni intraprese, riguardanti l’intera popolazione Italiana. La sessione ha quindi lo scopo di discutere ed approfondire il tema delle tecnologie sanitarie, della loro valutazione e la misurazione dei costi indiretti dell’assistenza sanitaria per il superamento del sistema di silos budgeting e la realizzazione di una valorizzazione globale delle tecnologie.

La terza sessione, intitolata Accountability tra governance e comunicazione affronterà un tema importante per i processi di governo, ovvero il complesso intreccio tra assunzione di responsabilità per azioni, prodotti, decisioni e politiche e l’obbligo di riferire, spiegare ed essere responsabile per le conseguenze che ne derivano. Fare governance sanitaria oggi è quindi un complesso processo di trasferimento della conoscenza scientifica, delle esigenze delle diverse comunità e dei diversi obiettivi sociali ed economici in atti di indirizzo, in scelte operative in un delicato equilibrio tra costi e benefici. In tutto questo la comunicazione è uno degli snodi importanti di questo processo di sintesi perché non è semplice trasferire la conoscenza scientifica al decisore e non è semplice condividere con i cittadini il perché e il come delle decisioni, né è semplice regolare i flussi di informazione indipendenti. La sessione farà leva sul contributo di esperti e professionisti per compendiare la visione teorica con le realtà applicative di governo.

La Conferenza seguendo, quindi, un filo conduttore continuo che dall’analisi dei fatti, delle criticità e dei punti di forza di un sistema sanitario universalistico a cui tutti noi crediamo vuole portare sul tavolo proposte e soluzioni, con la terza sessione: Quale Servizio Sanitario per il futuro? Il Direttivo di SIHTA ritiene opportuno fare una riflessione strutturata sul tema del Servizio sanitario nazionale del futuro per offrire spunti ai decisori politici nazionali e regionali in vista di una possibile riforma, anche alla luce delle difficoltà sorte negli ultimi mesi. Un Servizio sanitario nazionale basato su sanità regionali, dovrà essere in grado di realizzare modelli organizzativi centrali, regionali e locali efficaci, equi e sostenibili nonché alla costruzione di una nuova cultura (di politici, tecnici, cittadini) che sviluppi tutte le competenze utili a gestire i sotto-sistemi complessi che costituiscono il Servizio stesso. Il modello a tendere deve promuovere un nuovo rapporto tra il Servizio sanitario nazionale e i cittadini-pazienti nella logica dell’assistenza integrata promossa dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, facendo leva sull’auspicabile accresciuta consapevolezza dell’importanza del SSN come presidio di tutela sociale, che ponga sullo stesso piano il diritto alla tutela della salute e la responsabilità di ciascuno al buon uso delle risorse disponibili.

Sarà, infine, affrontato il tema della necessità che un Paese avanzato come l’Italia si possa, finalmente, dotare di un’Agenzia Nazionale di HTA che abbia la peculiarità di raccordo con i livelli della valutazione regionale e ospedaliera ma che possa affrontare tutte le tecnologie innovative con un metodo condiviso e robusto potendo anche dotarsi di un meccanismo, sempre autorevole e trasparente, ma veloce affinché si possano fornire delle risposte alla comunità scientifica ed al decisore politico in sintonia col carattere di urgenza che certi fenomeni richiedono per la fruibilità della risposta ai pazienti, ai professionisti, alle imprese ed ai cittadini. Nella Tavola rotonda Agenzia Nazionale HTA: la proposta SIHTA i principali stakeholder di sistema (Ministero della Salute, Conferenza Stato regioni, Impresa, Società scientifiche) saranno chiamati a confrontarsi e analizzare contenuti e applicabilità della proposta avanzata da SIHTA

Con la Conferenza HTA è salute desideriamo, quindi, dimostrare ancora una volta, come si possa rendere sostenibile il SSN e garantire un approccio etico alla salute della persona raccogliendo l’orientamento dell’OMS che, già nel 2014, sottolineava l’importanza fondamentale dell’HTA quale unico strumento in grado di assicurare la sostenibilità dei SSN ad accesso universale solidaristico.

È il bene più grande che abbiamo la sua salvaguardia è una responsabilità di tutti. Partecipare SIHTA 2020 è anche questo un modo di prendersi questa responsabilità, per questo vi aspettiamo dal 26 al 30 ottobre per questa nuova e affascinante ‘Virtual Congress Experience’

Translate »